Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Delega Confidi, ok unanime dalla commissione Finanze al Senato

economia 27 marzo 2015

ROMA (Public Policy) - Favorire la crescita dei confidi per fare in modo da rendere più agevole l'accesso al credito da parte delle Pmi e dei liberi professionisti (questi ultimi aggiunti grazie a un emendamento approvato in commissione). È l'obiettivo del ddl delega per la riforma del sistema dei confidi, il consorzio italiano che svolge attività di prestazione di garanzie per agevolare le imprese nell'accesso ai finanziamenti destinati alle attività economiche e produttive approvato all'unanimità dalla commissione Finanze al Senato.

MENO ADEMPIMENTI
La parte centrale del provvedimento prevede interventi per alleggerire il carico di adempimenti che il sistema dei confidi è tenuto a espletare, lasciando unicamente a carico delle banche, considerate più attrezzate allo scopo, una vasta categoria di obblighi che attualmente sono "inutilmente duplicati" anche dai confidi, come spiega la relazione al ddl.

La mole di adempimenti a carico del sistema, infatti, soprattutto se rapportati alle loro caratteristiche operative e dimensionali, costituisce "un forte appesantimento in termini gestionali, procedurali, di investimenti e di costi operativi", spiega ancora la nota di accompagnamento. Alleggerire il carico "consentirebbe di rendere più efficiente la filiera della garanzia nel suo complesso, riducendo le aree di sovrapposizione tra i soggetti coinvolti e velocizzando i tempi di concessione della garanzia e del finanziamento". (Public Policy) FRA

continua - in abbonamento

© Riproduzione riservata