Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Delega fiscale, dai giochi a Equitalia: i dlgs attesi in Cdm il 20 febbraio

fisco 07 gennaio 2015

ROMA (Public Policy) - Giochi, giustizia tributaria, riscossione, monitoraggio dell'evasione fiscale e tax expenditure, semplificazioni fiscali. Questi, secondo quanto si apprende, i prossimi passi che dovrebbero essere fatti nell'attuazione della Delega fiscale.

Il premier Matteo Renzi lo ha annunciato: il 20 febbraio il Consiglio dei ministri emanerà tutti i decreti delegati "pronti" e quello sulla certezza del diritto (o abuso del diritto) depurato dalla norma del 3% che ha creato polemiche. Una corsa contro il tempo per attuare una delega fiscale di cui finora sono in vigore solo tre decreti delegati (commissioni censuarie, semplificazioni fiscali con il 730 precompilato e tabacchi) e la cui scadenza per l'attuazione è fissata al 26 marzo 2015.

A mancare all'appello ci sono circa 5-6 ambiti di intervento su cui appunto il governo dovrà intervenire con altrettanti dlgs o con decreti delegati "omnibus". Tra questi ci sono provvedimenti già plasmati, come quello sui giochi e il dlgs semplificazioni 2 (annunciato per fine estate e mai varato) e altri in fattura, come quello molto atteso sulla riforma di Equitalia. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata