Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Delega fiscale, si lavora sul dl riforma tasse tabacchi. Verso nuovi rialzi

sigarette 05 maggio 2014

ROMA (Public Policy) - È in preparazione al ministero dell'Economia un decreto delegato, di attuazione della Delega fiscale, sulla rimodulazione della tassazione sui tabacchi. Da quanto si apprende, il testo mercoledì dovrebbe essere sottoposto al parere di aziende e associazioni di settore, nonché al comitato ristretto informale interparlamentare per l'attuazione della Delega. Lo si apprende da fonti di governo.

Dopo una prima "consultazione" sul testo, si apprende, il decreto verrà presentato al Consiglio dei ministri. Dovrebbe approdare quindi alla riunione del Cdm della prossima settimana. Il decreto sui tabacchi dovrebbe toccare sia la quota fissa sia quella variabile del prezzo dei tabacchi. In più, si apprende, avrà una sezione dedicata alle sigarette elettroniche, prevedendo una tassazione unicamente sulle componenti liquide.

Come era disposto dal collegato Fiscale mai nato, anche il nuovo decreto delegato dovrebbe fissare un nuovo "onere fiscale minimo" sia sulle sigarette che sul tabacco trinciato, in forma di percentuale (tra il 90 e il 100%) del prezzo medio ponderato dei tabacchi. Una misura che andrebbe ad aumentare il prezzo alla vendita soprattutto per la fascia medio bassa del settore, ovvero le sigarette il cui prezzo si aggira intorno ai 4 euro.

Per quanto riguarda il tabacco trinciato potrebbero essere introdotti aumenti di tassazione minima pari circa al 18% in tre anni rispetto ai livelli attuali. Nel decreto dovrebbero essere contenuti dei ritocchi anche dell'accisa specifica calcolata per unità di prodotto. Sul punto, si apprende, i tecnici sono ancora a lavoro per calcolare gli effetti delle possibili modifiche.

Una possibilità al vaglio sarebbe appunto quella di ricalcare il collegato Fiscale alla Stabilità, aumentando l'importo specifico fisso dal 6 al 30% della somma dell'accisa globale e dell'ammontare dell'Iva cancolate con riferimento ai rispettivi prezzi medi ponderati. Per quanto riguarda le sigarette elettroniche, infine, l'idea è quella di tassare solo i liquidi ma, si apprende, probabilmente si rimanderà a un decreto ministeriale per stabilire sia i tempi che le modalità. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata