Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Diritti, Associazione 21 luglio avverte: l'Ue potrebbe sanzionare l'Italia per i campi rom

rom 04 novembre 2014

ROMA (Public Policy) - "L'Italia rischia una procedura d'infrazione da parte della Commissione europea per via delle politiche abitative segregative che le autorità italiane continuano ad attuare nei confronti dei rom". È quanto fa sapere l'Associazione 21 luglio, che si occupa dei diritti dei rom.

La notizia emerge da una lettera inviata dalla direzione generale giustizia della Commissione europea al governo italiano, che l'associazione riporta in alcune parti: "la Commissione potrà decidere di avviare una procedura di infrazione ai sensi dell'art. 258 del Tfue (Trattato sul funzionamento dell'Unione europea; Ndr) nei confronti dell'Italia inviando una lettera di messa in mora per violazione della direttiva 2000/43/Ce", si legge nella lettera.

"I 'campi' sono luoghi di sospensione dei diritti umani, che rendono impossibile l'inclusione sociale, che creano disagi al resto della cittadinanza e che alimentano nella pubblica opinione un clima di ostilità verso le comunità rom - commenta l'Associazione - L'unica soluzione percorribile è dunque quella di superare i 'campi rom', come prevede la Strategia nazionale d'inclusione dei Rom redatta dal governo italiano nel 2012". (Public Policy)

RED

© Riproduzione riservata