Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Diritti, De Martino: dall'Onu 186 raccomandazioni nei confronti dell'Italia

diritti 02 dicembre 2014

ROMA (Public Policy) - Tra le criticità nei confronti dell'Italia, rilevate nel corso dell'ultima sessione, a Ginevra, sulla revisione periodica delle Nazioni Unite in merito ai diritti umani, ci sono: la mancata istituzione di una commissione nazionale indipendente per i diritti umani; carenze nelle politiche di accoglienza di immigrati e richiedenti asilo; la scarsa tutela di categorie vulnerabili; il preoccupante incremento di messaggi di istigazione all'odio razziale e religioso nella società italiana anche da parte di esponenti politici; le politiche nei confronti di rom e sinti. In tutto sono state formulate "186 raccomandazioni" e "sta emergendo un incremento nel numero delle raccomandazioni che vengono formulate".

Non preoccupante, però, "in quanto altri Paesi europei - tipo la Germania - hanno avuto più raccomandazioni di noi" e molte sono "incoraggiamenti a continuare gli sforzi intrapresi". Lo ha detto, durante un'audizione nella commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, Gian Ludovico De Martino, presidente del Comitato interministeriale per i diritti umani.

L'ambasciatore è stato audito in merito alla procedura di revisione periodica delle Nazioni Unite (Universal Periodic Review - Upr), per l'esame della situazione dei diritti umani in tutti gli Stati membri. (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata