Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Diritto d'autore, alla Camera le audizioni sulla nuova direttiva Ue

cinema musica 21 marzo 2016

ROMA (Public Policy) - La scorsa settimana, in commissione Politiche Ue alla Camera, si sono svolte alcune audizioni di rappresentanti delle imprese di intermediazione dei diritti connessi al diritto d'autore, nell'ambito dell'esame della legge di delegazione europea del 2015, in relazione al recepimento della direttiva Ue 26 del 2014 (da attuarsi con decreto legislativo entro il 10 aprile 2016).

La direttiva, nello specifico, intende armonizzare le normative nazionali che disciplinano il funzionamento degli organismi di gestione collettiva (Ogc) dei diritti d'autore e dei diritti connessi, per superare le inefficienze nello sfruttamento e garantire la concessione di licenze multiterritoriali per l'uso online di opere musicali, in un'ottica transfrontaliera.

GET SOUND
Nella commissione XIV della Camera Get Sound, società attiva nel settore dei medio-piccoli produttori discografici italiani, ha rilevato come "la gestione collettiva di numerosi e piccoli aventi diritto risulta difficile per motivi amministrativi, con l'effetto che la maggior parte dei relativi compensi non saranno probabilmente mai reclamati", avvantaggiando le grandi organizzazioni e non quelle che gestiscono i medio-piccoli produttori.

continua - in abbonamento

IAC

© Riproduzione riservata