Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dismissioni, Letta: anno prossimo studieremo partecipazione lavoratori all'azionariato

lavoro 11 dicembre 2013

ROMA (Public Policy) - "Il prossimo anno studieremo con l'azienda e con i sindacati l'apertura del capitale di Poste e di altre aziende e la partecipazione dei lavoratori all'azionariato permettendo loro la rappresentanza negli organi societari; è un’esperienza unica, un tentativo – quello di sperimentare in Italia la Mitbestimmung tedesca – destinato a influenzare in meglio le relazioni industriali e il modello di impresa nel nostro Paese".

Lo dice il presidente del Consiglio Enrico Letta, in Aula alla Camera prima del voto di fiducia al Governo (qui il testo del suo intervento).

COME FUNZIONA IN GERMANIA
La cogestione tedesca si basa sulla corresponsabilità fra dirigenti e rappresentanti dei dipendenti ed è attuata attraverso il libero accesso alle informazioni, dunque sulla trasparenza. E' in sostanza un sistema di di corporate governance duale. Il modello attuale fu il frutto di un compromesso tra la socialdemocrazia (Spd) e il partito democristiano (Cdu).

Nel 1976 il governo di Helmut Schmidt, socialdemocratico, approvò infatti la riforma che introduceva il principio della Mitbestimmung (cioè, appunto, cogestione). La gestione delle imprese tedesche è stata da allora affidata a due organi: un consiglio esecutivo (Vorstand, che si occupa della gestione) e uno di sorveglianza (Aufsichtsrat, che discute le strategie, controlla i dirigenti e approva il bilancio); in quest'ultimo i lavoratori hanno diritto di eleggere metà dei rappresentanti. La restante metà e il presidente sono eletti dall'assemblea degli azionisti. (Public Policy)

SOR-GAV

© Riproduzione riservata