Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Agricoltura, alla Camera si votano gli emendamenti

agricoltura 09 giugno 2015

aggiornamento 19,20 - La commissione Agricoltura della Camera ha concluso l'esame degli emendamenti al decreto Agricoltura.

Nel corso della prossima seduta il relatore dovrebbe ricevere, dopo l'espressione dei pareri da parte delle commissioni competenti, il mandato di riferire in aula.

ROMA (Public Policy) - Proseguono, in XIII commissione alla Camera, le votazioni sugli emendamenti presentati - dall'articolo 2 al 7 - del decreto Agricoltura, contenente misure per i settori latte e olivicolo e per affrontare l'emergenza Xylella fastidiosa. Il provvedimento - che deve essere ancora esaminato dal Senato - dovrebbe arrivare in aula per la discussione generale giovedì.

Nel corso dell'ultima seduta il relatore e presidente di commissione, Luca Sani (Pd), ha dato conto dei subemendamenti presentati ai suoi due emendamenti - riportati la settimana scorsa da Public Policy - sulle organizzazioni interprofessionali (art. 3) e sul rifinanziamento del fondo per la pesca e l'acquacoltura (art. 5-bis).

I 6 subemendamenti all'emendamento sull'articolo 3 cercano tutti di innalzare ulteriormente le soglie di rappresentatività per la costituzione delle organizzazioni interprofessionali; mentre i 4 subemendamenti all'emendamento sul settore pesca cercano tutti di trovare delle coperture diverse per il rifanziamento del fondo.

Il relatore ha spiegato a Public Policy che sull'articolo 2 del decreto (sui cosiddetti splafonatori e sui contratti latte) non presenterà emendamenti ma che accoglierà alcune proposte emendative (senza riformularle).

Sull'articolo 4 (sul settore olivicolo-oleario) il relatore riformulerà invece alcuni degli emendamenti presentati. Sono in arrivo poi due nuovi emendamenti del relatore, uno per allargare ancora di più i beneficiari del Fondo di solidarietà nazionale e uno sulla soppressione di Agensud. (Public Policy) NAF

© Riproduzione riservata