Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Art bonus, emendamento Sel ritorna su Iva e-book: al 4% come libri cartacei

ebook 24 giugno 2014

ROMA (Public Policy) - Equiparare l'Iva sugli e-book, attualmente ordinaria al 22%, a quella dei libri cartacei al 4%. Lo prevede un emendamento di Sel al decreto Cultura e turismo, ora all'esame delle commissioni Cultura e Attività produttive della Camera.

Una misura del genere, con un abbassamento dell'Iva sugli e-book al 10%, era stata inserita nelle bozze di lavoro del decreto per poi essere stralciata al momento del varo del Consiglio dei ministri. Il ministro per i Beni e le attività culturali, Dario Franceschini, aveva spiegato che la norma era solo una "provocazione" e che il tema sarebbe stato affrontato in sede europea per non ricorrere a sanzioni.

Sel, in ogni caso, propone di coprire il mancato gettito dell'Iva o attraverso riduzioni di alcuni regimi di esenzione, esclusione e favore fiscali (come, per esempio, quelli sui canoni di locazione o sui redditi fondiari) per un importo non inferiore a 50 milioni di euro per il 2014 e a 125 milioni di euro a decorrere dal 2015; oppure attraverso il pagamento di un canone annuo per i titolari di concessioni radiotelevisive, pubbliche e private, e per i soggetti che esercitano legittimamente attività di radiodiffusione, pubblica e privata, sonora e televisiva, in ambito nazionale e locale.

Per quest'ultima ipotesi Sel propone un canone pari al 5% del fatturato in caso di emittente televisiva, pubblica o privata, in ambito nazionale; pari all'1% del fatturato fino ad un massimo di: 100mila euro in caso di emittente radiofonica nazionale, 50mila euro per emittenti televisive locali, 15mila euro per emittenti radiofoniche locali. (Public Policy)

NAF

© Riproduzione riservata