Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Carceri, Anm: non affrontato problema risorse magistratura sorveglianza

carceri 09 gennaio 2014

ROMA (Public Policy) - Roma, 9 gen - L'Associazione nazionale magistrati "esprime parere positivo all'ampliamento dei poteri del magistrato di sorveglianza, seppur con la viva e crescente preoccupazione che non si sia ancora affrontato il problema della cronica scarsità delle risorse - attualmente del tutto inadeguate quanto a mezzi materiali e persone - di questo vitale settore della magistratura". Questo il parere espresso dai rappresentati dei magistrati, dal presidente Rodolfo Sabelli e dal componente della giunta dell'Anm Marcello Bortolato, durante un'audizione di fronte alla commissione Giustizia della Camera, in merito al nuovo decreto Carceri.

Quindi vanno destinate maggiori risorse per la magistratura di sorveglianza - si legge nella relazione dell'Associazione nazionale magistrati - "al fine di garantire gli sperati effetti conseguenti dall'applicazione del beneficio, con effetti retroattivi, della liberazione anticipata speciale (introdotta dal cosiddetto decreto 'Svuota carceri'; Ndr)". Un giudizio positivo viene invece espresso su quegli interventi "che riguardano la semplificazione e la razionalizzazione delle procedure di sorveglianza e la normativizzazione delle prassi più virtuose degli Uffici di sorveglianza", [...] per consentire alla magistratura di sorveglianza di recuperare il suo ruolo principale di giudice della rieducazione e insieme di giudice dei diritti delle persone detenute". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata