Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Il divorzio veloce, i minori e il senatore Giovanardi

divorzio 16 ottobre 2014

ROMA (Public Policy) - La negoziazione assistita per i divorzi e le separazione varrà anche per le coppie con figli minori, maggiorenni portatori di handicap o economicamente non autosufficienti, ma queste dovranno ottenere l'ok del procuratore del tribunale competente.

È il contenuto di un emendamento del relatore, Giuseppe Cucca (Pd), approvato dalla commissione Giustizia al Senato al dl Processo civile. La proposta è stata presentata per trovare una quadra all'interno alla maggioranza, divisa sulle norme sul divorzio veloce. Per questo il governo ha dato l'ok a un subemendamento a firma Carlo Giovanardi (Ncd) sulla mediazione familiare.

Il subemendamento Giovanardi prevede che l'avvocato, nel momento della negoziazione assistita, dovrà "informare" le parti "dell'importanza della bigenitorialità", della "necessità per il minore di trascorrere tempi adeguati con ciascuno dei genitori". Inoltre, con l'emendamento del relatore gli avvocati dovranno infirmare i coniugi "della possibilità di esperire la mediazione familiare". (Public Policy)

Tutte le scelte della commissione Giustizia sul processo civile, in abbonamento.

SOR

© Riproduzione riservata