Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Competitività, via libera dalle commissioni Camera

imprese lavoro 01 agosto 2014

ROMA (Public Policy) - 

aggiornamento - Via libera dalle commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera al dl Competitività con modifiche. Le commissioni hanno finito oggi, in una sola giornata, tutte le votazioni degli emendamenti e hanno votato il mandato ai relatori Chiara Braga e Lorenzo Basso del Pd.

Il decreto arriverà in aula lunedì dove il governo dovrebbe porre la questione di fiducia.

LA GIORNATA DI VENERDÌ È ricominciato nelle commissioni Ambiente e Attività produttive della Camera l'esame delle proposte di modifica al dl Competitività. Ieri sera alle 17 é scaduto il termine per la segnalazione da parte dei Gruppi degli emendamenti più significativi. Degli originari 688, quindi, al netto dei 68 giudicati inammissibili e uno riammesso, ne sono stati segnalati circa 200.

Ieri sera in una riunione tra maggioranza e governo si sono però stabiliti dei "super segnalati" che sono in tutto una ventina di proposte emendative, con una media di quattro proposte di modifica per gruppo (con deroghe perché ad esempio di Ncd sono stati segnalati due emendamenti e del Pd sette). Su questi "super segnalati" quindi si voterà.

Poi c'é il pacchetto di 14 emendamenti del governo soppressivi di altrettante norme introdotte dal Senato (dalle Poste alla Scia) e sono attese tre-quattro riformulazioni dei relatori anticipate da Public Policy (per gli emendamenti servirebbe il termine sub e quindi si allungherebbero i tempi): riduzione del taglio alla tariffa compensativa di Rfi, scadenza delle istanze di crediti con la Pa al 31 ottobre, miscelazione bio carburanti (su questo i relatori potrebbero appoggiare un emendamento parlamentare già presentato).

Sempre i relatori potrebbero anche presentare un emendamento per sopprimere la modifica del Senato sugli Ogm (niente carcere ma multe aumentate). L'obiettivo di relatori e governo sarebbe quello di chiudere i lavori nelle commissioni già stasera con un lavoro di filato per tutta la giornata. Dipenderà anche dall'atteggiamento delle opposizioni: il Movimento 5 stelle, ad esempio, starebbe pensando ad azioni di ostruzionismo. Il testo comunque, che scade il 23 agosto e dovrà tornare al Senato in terza lettura, è atteso in Aula alla Camera lunedì alle 11.

Stamattina, intanto, i relatori hanno presentato come atteso, quattro nuovi emendamenti: hanno deciso comunque per la presentazione di emendamenti e non per delle riformulazioni, dando dei tempi per i subememdamenti molto stretti, nel corso della seduta delle commissioni. I quattro emendamenti riguardano lo slittamento al 31 ottobre, come anticipato, del termine per presentare le istanze dei crediti con le Pa; credito di imposta per le imprese agricole; limiti ai valori dei rifiuti portati in smaltimento; cessazione anticipata di carica di presidenti di Regione che sono anche commissario alla mitigazione del rischio idrogeologico.(Public Policy)

Tutto sul dl Competitività, in abbonamento. 

VIC-FRA

© Riproduzione riservata