Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

DL EMERGENZE, ESPOSITO (PD): SPERIAMO I GRILLINI NON FACCIANO OSTRUZIONISMO

DL EMERGENZE, LE ULTIME DAL SENATO 13 maggio 2013

DL EMERGENZE, ESPOSITO (PD): SPERIAMO I GRILLINI NON FACCIANO OSTRUZIONISMO

(Public Policy) - Roma, 13 mag - "È un decreto bello corposo
perché parte dagli interventi sul porto di Piombino e arriva
all'Expo, passando per l'emergenza rifiuti in Campania,
Sicilia, le risorse necessarie per la ricostruzione
dell'Aquila". Così il relatore di maggioranza Pd Stefano
Esposito commenta il decreto "emergenze" che domani inizia
il suo iter di conversione, nelle commissioni Territorio e
ambiente, e Lavori Pubblici del Senato. Il decreto dovrà poi
andare alla Camera.

Si parte con un "calendario fitto di audizioni,
praticamente di tutti i commissari straordinari delle varie
situazioni che sono in gran parte presidenti di Regioni"
commenta Esposito. Dopo la relazione ("breve") dei relatori,
verrà sentito alle 15,30 il presidente della Regione Toscana
Enrico Rossi. Seguiranno: Stefano Caldoro, governatore della
Campania, Vasco Errani (Emilia Romagna) e Luca Zaia
(Veneto). Si finirà in serata per riprendere mercoledì alle
9,30 con Massimo Cialente, sindaco dell'Aquila, seguiranno
Roberto Maroni, governatore della Lombardia, e Rosario
Crocetta della Sicilia. "Se tutto va bene, giovedì avviamo
la discussione generale che io proporrò di contenere a meno
che non ci siano cose specifiche e particolari, visto che
abbiamo accolto tutte le richieste di audizione.

La discussione generale si può fare in breve tempo" continua
Esposito, sul calendario dei lavori. Venerdì alle 11 è già
fissato il termine per la presentazione degli emendamenti.

I PUNTI CRITICI
Sulle modifiche che proveranno ad essere approvate ci sono
le risorse per Piombino: "Le risorse degli enti locali per
Piombino non sono come quelle statali, svincolate dal patto
di stabilità. Noi chiederemo che lo stesso trattamento sia
riservato alle risorse locali" continua Esposito che sta
finendo di lavorare alla sua relazione e che solo domani si
coordinerà con l'altro relatore di maggioranza Domenico De
Siano, Pdl, della commissione Territorio e Ambiente, "stiamo
lavorando ciascuno sulle parti di competenza delle due
commissioni".

Problemi potrebbero arrivare dal Movimento 5 stelle: "Non
so se sulla parte rifiuti o Expo potrebbero fare
ostruzionismo, sulle altre non credo abbiano ragioni. Sono
una mina vagante, non so quale film si faranno leggendo il
provvedimento" che ammette l'esponente Pd è molto complesso,
una "mappazza, perché richiama provvedimenti fatti in anni
passati".

Esposito ricorda che su Piombino bisogna fare in fretta per
agevolare lo spostamento della nave Concordia ancora arenata
all'isola del Giglio. E sulle risorse per le opere di
bonifica e adeguamento di porto e autostrada tirrenica, 90
milioni da trovare con intesa 'interistituzionale': "Mi
sembra ci sia un orientamento definito ma io devo aspettare
anche le indicazioni del Governo, credo che se ne stiano
occupando il ministro Orlando (Andrea, Ambiente; Ndr) e il
sottosegretario Legnini ma non ci ho ancora parlato".

Per la prossima settimana il provvedimento dovrebbe
approdare in Aula, la data non è stata ancora fissata.
(Public Policy)

LAP

© Riproduzione riservata