Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

DL EMERGENZE, LE ULTIME DAL SENATO

DL EMERGENZE, LE ULTIME DAL SENATO 06 giugno 2013

DL EMERGENZE, LE ULTIME DAL SENATO

TUTTI I LANCI DI PUBLIC POLICY

SENATO, DE VINCENTI: UN DECRETO OMNIBUS? NO, IL DL È OMOGENEO E COMPATTO
IL SOTTOSEGRETARIO ALLO SVILUPPO ECONOMICO NEL SUO INTERVENTO IN AULA

(Public Policy) - Roma, 6 giu - "Un decreto legge omnibus?
Non è un'affermazione giustificata. Il decreto così com'è
nato dal Governo precedente ha un impianto unitario, pur
nella differenza dei temi trattati. E anche gli emendamenti
presentati riguardano solo emergenze. Il decreto è rimasto
omogeneo e compatto".

Lo dice in Aula al Senato il sottosegretario al ministero
dello Sviluppo economico Claudio De Vincenti, in merito al
decreto Emergenze in discussione a Palazzo Madama.
"Il Governo precedente - aggiunge - aveva riunito nel
decreto legge alcune situazioni di emergenza che erano
emerse nella primavera 2013: come il caso di Piombino dove
la Lucchini (stabilimento siderurgico; Ndr) è un'impresa in
crisi. C'e bisogno di migliorare l'assetto infrastrutturale
sia sul versante del Porto che della viabilità, per il
rilancio dell'area siderurgica".

"Spero che l'Aula del Senato - conclude - voglia varare
questo provvedimento. Un grande Paese si misura anche sulla
capacità di coesione sociale".

SENATO, ESPOSITO (PD): UN PROVVEDIMENTO STRATEGICO, CI SONO SOLO EMERGENZE
IL RELATORE IN AULA RISPONDE AL M5S CHE HA PARLATO DI DECRETO "OMNIBUS"

(Public Policy) - Roma, 6 giu - "In alcuni interventi di
ieri in Aula si è data una visione caricaturale dei lavori
fatti nelle commissioni. C'è stata molta polemica per alcuni
emendamenti presentati: la nostra intenzione non era quella
di inserire provvedimenti a caso, ma abbiamo inserito solo
'emergenze' in più di altra natura. Di certo non ci
permettiamo di utilizzare scorciatoie per inserire
provvedimenti a caso, chi ha provato a farlo presenti un
disegno di legge perché sia il Parlamento a lavorare su quei
temi".

Interviene così il relatore del Dl Emergenze Stefano
Esposito (Pd) durante la discussione in Aula a Palazzo
Madama, rispondendo alle critiche di ieri arrivate dal
Movimento 5 stelle che ha parlato di decreto "omnibus".

"Abbiamo immesso nel decreto - aggiunge - risposte
significative e finanziamenti che possono dare risposte
concrete. Non ci sono state trattative svolte altrove, ma le
due commissioni hanno iniziato i lavori con le audizioni dei
rappresentanti degli enti locali. E respingo l'idea che le
commissioni hanno giocato. Abbiamo cercato di superare tutte
le fasi commissariali, con il decreto si pone un freno ai
doppi emolumenti".

"È giusto riconoscere - conclude - che abbiamo lavorato a
un provvedimento strategico per tutto il Paese: dal
terremoto in Emilia a quello dell'Abruzzo, una risposta
dello Stato a due zone che risentono a causa dei sismi anche
di crisi industriale. Le risorse messe a disposizione
possono dare una risposta significativa a questi territori".
(Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata