Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Imu, due emendamenti da M5s: via sia norme Bankitalia che mini rata

Dl Imu, due emendamenti da M5s: via sia norme Bankitalia che mini rata 17 gennaio 2014

ROMA (Public Policy) - Abolire il titolo II del dl Imu-Bankitalia e prevedere, al posto della mini-Imu, la restituzione ai Comuni di 450 milioni di euro entro il 31 dicembre 2014 coperti con un aumento delle tasse sui concessionari di giochi d'azzardo. Queste le due proposte presentate dal M5s in commissione Finanze alla Camera sul dl Imu-Bankitalia.

"Sul dl Imu - hanno detto in conferenza stampa Alessio Villarosa e il capogruppo in commissione Finanze Sebastiano Barbanti -abbiamo presentato solo due emendamenti. Il primo chiede l'abrogazione del titolo II del decreto, su Bankitalia. Il secondo trova la copertura totale della mini Imu applicando una tassazione sui concessionari del gioco d'azzardo". In particolare quest'ultimo emendamento, proposto dall'Anci e recepito dal M5s, propone di eliminare la mini-Imu e di attribuire invece ai Comuni "entro il 31 dicembre 2014 un massimo di 450 milioni di euro".

Milioni da trovare appunto applicando un aumento alla tassazione del gioco d'azzardo. La seconda parte dell'emendamento infatti dispone che "entro il 28 febbraio 2014" il ministero dell'Economia e i Monopoli debbano "emanare, con propri decreti dirigenziali, disposizioni per modificare la misura del prelievo erariale unico attualmente applicato sui giochi ed eventualmente addizionali, nonché la percentuale del compenso per le attività di gestione ovvero per quella dei punti vendita al fine di conseguire un maggior gettito per l'anno 2014 non inferiore a 470mila euro". (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata