Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

DL LAVORO, LE NOVITÀ DELL'ULTIMA VERSIONE

lavoro 01 luglio 2013

DL LAVORO, 167 MILIONI PER L'ESTREMA POVERTÀ DEL MEZZOGIORNO

DL LAVORO, L'INTERVENTO SUL FONDO ISPRE, "BANCOMAT" DELLO STATO

(Public Policy) - Roma, 1 lug - Per finanziare le misure
previste nel decreto legge Lavoro (il cui iter inizierà dal
Senato) si attingerà anche al Fondo interventi strutturali
di politica economica. Istituito con l'articolo 5 comma c
del decreto legge 282/2004 (Berlusconi era presidente del
Consiglio e il ministro dell'Economia e Finanze era Giulio
Tremonti), il fondo nacque per "agevolare il perseguimento
degli obiettivi di finanza pubblica, anche mediante
interventi volti alla riduzione della pressione fiscale".

La dotazione economica, costituita dalle maggiori entrate,
era di due miliardi e 215 milioni di euro soltanto per il
2005.

Nel corso degli anni, dal 2004 a oggi, il fondo ha subito
varie "emorragie" e "trafusioni" di linfa economica: ben 16
volte, sempre con decreti legge, con cui si diminuivano gli
stanziamenti o si integravano i fondi.

L'ultima volta, con il decreto legge Emergenze, approvato
definitivamente dalle camere 10 giorni fa, si rifinanziava
il fondo di 98,6 milioni di euro con l'aumento dei bolli da
1,81 a 2 euro, e da 14,62 a 16 euro per sostenere la
ricostruzione dopo il sisma in Abruzzo.

Nel 2011, l'Ispre è stato utilizzato per finanziare con 500
milioni di euro il fondo istituito presso il ministero del
Lavoro per gli interventi a favore dell'occupazione
giovanile e femminile, misure previste dal decreto 201/2011.

E così altre 14 volte, il fondo per interventi strutturali
per le politiche economiche si è trasformato in un bancomat
dello Stato utilizzato per trovare le coperture a nuove
spese.

DL LAVORO, NELL'ULTIMA VERSIONE SALTANO MISURE PER EXPO E ULTRACINQUANTENNI

(Public Policy) - Roma, 1 lug - Saltano misure su Expo e
occupazione degli ultracinquantenni. Lo si legge nell'ultima
versione del decreto Lavoro pubblicata venerdì in Gazzetta ufficiale.

Nelle versioni precedenti all'articolo 2 erano previsti "interventi straordinari per
favorire l'occupazione" in occasione dell'Esposizione
internazionale che si svolgerà a Milano nel 2015. In
particolare si puntava ad impiegare giovani fino a 29 anni e
ultracinquantenni disoccupati da oltre 12 mesi. Si prevedeva

l'assunzione con contratti di lavoro intermittenti, una
specifica clausola "Expo 2015" per i contratti di
collaborazione e l'innalzamento dei limiti per il lavoro
accessorio. Tutto questo è saltato.

DL LAVORO, PER LE COPERTURE RIDUZIONI AD UNIVERSITÀ, AMBIENTE E FEDERALISMO

(Public Policy) - Roma, 1 lug - Riduzione al fondo per il
federalismo amministrativo, a quello per interventi
strutturali di politica economica
, al fondo ordinario per le
università, al ministero dell'Ambiente. Sono alcune delle
voci di copertura finanziaria trovato dal Dl Lavoro, che
rinvia anche l'innalzamento dell'Iva. Il Dl calcola da
quest'anno al 2018 una spesa pari ad oltre 2 miliardi di
euro di cui 1 miliardo 114 milioni solo per quest'anno.

Le coperture sono elencate all'articolo 12 dell'ultima
versione del decreto: riduzione della dotazione del Fondo
per il federalismo amministrativo
di parte corrente previsto
dalla legge n.59 del 1997; riduzione del Fondo per
interventi strutturali di politica economica; innalzamento
del 58,5% del prezzo di vendita delle sigarette
elettroniche
; riduzione del Fondo per il funzionamento
ordinario delle università e della dotazione a disposizione
del ministero dell'Ambiente (programma Fondi di riserva e
speciali del Mef accantonati a favore del ministero
dell'Ambiente).

DL LAVORO, SOSTEGNO AL REDDITO: PIÙ TEMPO PER ADEGUARSI

(Public Policy) - Roma, 1 lug - Più tempo alle associazioni
di categoria per adeguarsi alle norme sul sostegno al
reddito contenute nella legge Fornero
. La legge 92 del 2012
prevede l'intervento degli enti bilaterali per la
costituzione di fondi ad hoc. Il termine diventa il 31
ottobre di quest'anno per gli artigiani e per le aziende con
meno di 15 dipendenti
, tra gli altri. Lo prevede l'articolo
7 comma 5 lettera c del decreto Lavoro.

DL LAVORO, TROVATI 10,6 MILIONI PER TIROCINI UNIVERSITARI

(Public Policy) - Roma, 1 lug - 10 milioni e 600 mila euro
per i tirocini universitari. È la copertura alle misure di
sostegno agli stage previste dal Dl lavoro. Nel decreto si legge:
"Al fine di promuovere l'alternanza tra studio e lavoro
è autorizzata la spesa di 3
milioni per l'anno 2013 e di 7,6 milioni di euro per l'anno
2014 da destinare al sostegno delle attività di tirocinio
curriculare" per gli studenti iscritti al prossimo anno
accademico. È il ministero dell'Istruzione sentita la
conferenza dei rettori (Crui) che fissa i criteri per la
ripartizione dei fondi che sono destinati solo alle
università statali.

Le condizioni - che non cambiano in quest'ultima versione -
sono: regolarità negli studi, votazione media degli esami
(ma non è specificato quanto), Isee. Precedenza sarà data a
coloro che hanno già terminati gli esami del corso di
laurea.

DL LAVORO, PER I CONTRATTI INTERMITTENTI SI TORNA ALLA FORNERO

(Public Policy) - Roma, 1 lug - Il tentativo era di
modificare la legge Fornero nella parte in cui fissa paletti
per i contratti di lavoro intermittenti. Ma nel decreto Lavoro
pubblicato venerdì in Gazzetta della modifica, prevista nel
titolo II, non c'è più traccia. Rimane pertanto la norma
prevista dalla legge Fornero di far decadere i contratti che
non rispettano le nuove norme, dopo 12 mesi.

DL LAVORO, DECADE SANZIONE PER MANCATA COMUNICAZIONE

(Public Policy) - Roma, 1 lug - Saltano le sanzioni
pecuniarie da 400 a 2.400 euro
per i datori di lavori che
non comunicano alle direzioni distrettuali la durata dei
contratti intermittenti
. La norma si applica solo ai
contratti sotto i 30 giorni. Il decreto Lavoro
prevede all'articolo 7 comma 2 lettera b: "La
sanzione non trova applicazione qualora, dagli adempimenti
di carattere contributivo precedentemente assolti, si
evidenzi la volontà di non occultare la prestazione di
lavoro".

DL LAVORO, 167 MILIONI PER L'ESTREMA POVERTÀ DEL MEZZOGIORNO

(Public Policy) - Roma, 1 lug - Sono 167 i milioni di euro
destinati al programma di "Promozione dell'inclusione
sociale" contenuto nel decreto Lavoro. Il decreto estende la
social card a tutto il Sud, applicandola ai territori
precedentemente esclusi. Lo stabilisce l'articolo 3 comma 2
del decreto. Le risorse sono di origine
europea e sono 100 milioni per il 2014 e 67 per il 2015. Il
comma 5 prevede la possibilità di estendere la
sperimentazione anche a regioni non del Mezzogiorno. (Public
Policy)

LAP- SAF

© Riproduzione riservata