Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

E-cig, torna il divieto di svapo libero e pubblicità

e-cig 18 dicembre 2013

ROMA - (Public Policy) - Torna il divieto di pubblicità e promozione e di "svapo" nei luoghi pubblici per la sigaretta elettronica. A prevederlo è un emendamento al dl Salva Roma, di Stefano Candiani (Lega nord), approvato in commissione Bilancio al Senato e che ora dovrà passare il vaglio dell'Aula di palazzo Madama.

L'emendamento stabilisce che alle e-cig "si applicano le disposizioni vigenti per i tabacchi lavorati in materia di divieto pubblicitario e promozionale, nonché di tutela della salute dei non fumatori". Prevede anche di abrogare i commi 10-ter e 10-decies della legge 3/2003 che prevedevano rispettivamente il consenso alla "pubblicità di marchi di liquidi o ricariche per sigarette elettroniche contenenti nicotina" e la sospensione delle multe per tv e cinema che trasmettevano le pubblicità di prodotti da tabacco.

Il divieto di pubblicità e di "svapo" nei luoghi pubblici era stato eliminato con un emendamento al dl Istruzione, anticipato da Public Policy, del presidente della commissione Cultura della Camera Giancarlo Galan (Pdl), approvato il 23 ottobre scorso. Con l'emendamento della Lega al dl Salva Roma, invece, tornano sia il divieto di pubblicità che quello di "svapo" nei luoghi pubblici anche per le "bionde" elettroniche. Le e-cig quindi non potranno essere utilizzate in uffici, ristoranti, cinema, mezzi pubblici, bar, scuole. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata