Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

DL SVILUPPO BIS, LE RICHIESTE DELLA BILANCIO ACCOLTE DAL GOVERNO

05 dicembre 2012

(Public Policy) - Roma, 5 dic - "Chiediamo al Governo
l'espunzione dall'emendamento di fiducia (dl Sviluppo bis;
Ndr) dal 2-quinquies al 2-decies dell'articolo 33 e il comma
7 bis dello stesso articolo 33. Diamo un parere sulle
questioni di copertura, magari le norme sono ottime, ma
devono essere coperte, perchè presentano rilevanti profili
di copertura finanziaria. Stessi motivi presenta il comma 55
dell'articolo 34 (dismissione casse previdenziali; Ndr), di
cui chiediamo altresì l'espunzione". Lo ha detto in Aula al
Senato il presidente della commissione Bilancio, Antonio
Azzolini (Pdl).

"Per quanto riguarda - ha aggiunto il senatore - l'articolo
34 2-decies (sulle concessioni balneari; Ndr), noi ribadiamo
il nostro parere contrario semplice, e non ne chiediamo
l'espunzione. Il nostro parere semplice è ragionato, perchè
l'estensione delle proroghe può essere compatibile con le
trattative in corso tra Governo e Ue".

"Gli altri rilievi - ha detto ancora Azzolini - sono di
trascurabile entità finanziaria e per mantenere una
corrispondenza maggiore tra il lavoro delle commissioni e
l'emendamento di fiducia chiediamo soltanto al Governo di
assumere l'impegno di sistemarle nell'ambito della legge di
Stabilità".

"Inoltre - ha detto il
presidente della Bilancio - esiste una questione di metodo.
Si sono create incomprensioni tra la V commissione e la
commissione di merito, perchè le riformulazioni all'ultimo
momento e i testi presentati nel corso degli ultimi attimi
possono portare poi tra le commissioni a una non perfetta
coincidenza degli emendamenti presi in esame. Per cui la mia
preghiera è di regolare nel futuro questi metodi ed in tal
senso io le chiedo (rivolto al presidente del Senato, Renato
Schifani; Ndr) di autorizzarmi, in altre occasioni, a porre
un termine definitivo e per i presentatori e per i relatori
e per il Governo".

"La definizione di oneri inderogabili e derogabili - ha
detto infine il senatore del Pdl - è già presente nella
legge di contabilità, dunque tali questioni non vanno messe
in ogni emendamento, perchè ciascuno tende a modificarle
leggermente, ma 'leggermente dopo leggermente' potremmo
trovarci un onere che non è più un onere, ma diventa altro".

LA RISPOSTA DEL SOTTOSEGRETARIO POLILLO
"Per quanto riguarda le proposte del senatore Azzolini - ha
risposto in Aula il sottosegretario all'Economia, Gianfranco
Polillo - concordo per quanto riguarda le espunzioni. Per il
resto c'è l'impegno del Governo a risolvere il problema con
la legge di Stabilità. Per quanto riguarda l'articolo 33
comma 7 bis, faremo ogni sforzo per provare a risolvere
anche questo problema all'interno della legge di Stabilità".
(Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata