Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dlgs Assicurazioni, cosa cambia per imprese e intermediari

assicurazioni 09 febbraio 2018

ROMA (Public Policy) - Le imprese di assicurazione e gli intermediari che realizzano prodotti assicurativi da vendere ai clienti, dovranno seguire regole più rigide e controlli più stringenti e ripetuti sulla rischiosità dei prodotti venduti.

Lo prevede il primo articolo della bozza di dlgs sulla distribuzione assicurativa, di cui Public Policy ha preso visione, approvato in via preliminare nell'ultimo Consiglio dei ministri.

I soggetti di cui sopra, si legge nella bozza, "elaborano e attuano un processo di approvazione per ciascun prodotto assicurativo e per ogni modifica significativa di un prodotto assicurativo esistente, prima che sia commercializzato o distribuito ai clienti, in conformità alle disposizioni del presente articolo e alle disposizioni dell’Unione europea direttamente applicabili. Il processo di approvazione è proporzionato e adeguato alla natura dei prodotti assicurativi ed è sottoposto a regolare revisione".

La bozza di dlgs è composta da tre articoli, di cui il primo a sua volta suddiviso in 69 commi. Il dlgs reca in particolare i principi e criteri direttivi specifici relativi alla delega per l'attuazione della direttiva 2016/97, sulla distribuzione assicurativa, che abroga la direttiva 2002/92/CE (direttiva sulla intermediazione assicurativa). La direttiva deve essere recepita negli ordinamenti nazionali entro il 23 febbraio 2018.

tutti i contenuti della bozza - in abbonamento

VIC

 

© Riproduzione riservata