Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Cosa pensano le Regioni del dlgs Jobs act

lavoro 13 maggio 2015

ROMA (Public Policy) - La Conferenza delle Regioni ha trasmesso alle commissioni Lavoro di Camera e Senato il parere favorevole al dlgs sul riordino delle forme contrattuali, attuativo del Jobs act. Nel parere, le Regioni segnalano "la necessità di prevedere un regime transitorio che consenta alle imprese di continuare ad utilizzare il contratto di apprendistato, finché non saranno emenati i provvedimenti attuativi previsti" dal dlgs "e non saranno conseguentemente adeguate le discipline regionali".

Secondo le Regioni, inoltre, occorre "un necessario raccordo" con l'art. del ddl Scuola "che prevede l'accesso a periodi di formazione in azienda attraverso la stipula di contratti di apprendistato a partire dal secondo anno del percorso di istruzione secondaria di secondo grado mentre nel decreto dlgs a partire dal quarto e quinto anno" e "di consentire, con l'apprendistato di primo livello, l'acquisizione del titolo necessario per l'iscrizione all'università anche per gli studenti dei percorsi di istruzione e formazione professionale".

Arrivato il parere, è atteso per questa settimana il parere delle commissioni Lavoro (i termini sono già scaduti la scorsa settimana) sia sul dlgs di riordino delle forme contrattuali che su quello di conciliazione vita-lavoro, su cui non é previsto il parere delle Regioni. (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata