Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dlgs Povertà, iter veloce e poche modifiche (condivise)

povertà 21 luglio 2017

ROMA (Public Policy) - Evitare un doppio passaggio nelle commissioni per approvare in via definitiva il dlgs Povertà in tempi stretti. È a quanto puntano maggioranza e Governo, come condiviso in un incontro tra il ministro del Lavoro e le relatrici del parere in Parlamento.

L'obiettivo, come apprende Public Policy, è quello di condividere, tra Esecutivo e commissioni, le richieste di modifica al provvedimento. Se infatti il Governo decidesse di non uniformarsi alle condizioni dei pareri il provvedimento dovrebbe tornare nuovamente alla Camere. Passaggio che, come detto, si vorrebbe evitare.

Per lo stesso motivo nel parere non dovrebbero essere inserite modifiche sostanziali al testo anche perchè giudicato positivamente, almeno dalle relatrici, tutte Pd (Anna Giacobbe, Ileana Piazzoni, alla Camera, e Annamaria Parente, al Senato).

Sull'iter parlamentare del provvedimento, invece, l'intenzione è quella di non svolgere audizioni al Senato, mentre la Camera vorrebbe ascoltare qualche stakeholder. Quasi certa la convocazione  dell'Alleanza contro la povertà e dell'Inps.  (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata