Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dlgs Tabacchi, ok Camera: attenzione su e-cig, si valuti regime transitorio

tabacco 23 ottobre 2014

ROMA (Public Policy) - La commissione Finanze della Camera ha approvato il parere sul dlgs Tabacchi in prima lettura con una condizione molto articolata. Nel parere si legge: "Con riferimento all'accisa sulle sostanze impiegate per il funzionamento delle sigarette elettroniche, verifichi il governo se l'assetto impositivo delineato dallo schema di decreto sia in grado di contemperare l'esigenza di assicurare un equilibrato carico fiscale sul settore con quello di non pregiudicare le prospettive di esistenza e sviluppo del settore medesimo e se tale assetto consenta di realizzare effettivamente il gettito erariale quantificato dalla relazione tecnica allegata allo schema di decreto".

La commissione chiede quindi come condizione che il governo valuti "la possibilità di giungere alla definizione di una base imponibile certa mediante la definizione di un'equivalenza convenzionale, anche rispetto alle sigarette tradizionali; la possibilità di ridurre la percentuale prevista; la possibilità di prevedere eventualmente un regime transitorio; e di sottoporre al preventivo parere delle commissioni parlamentari il regolamento con le disposizioni in materia di rintracciabilità dei prodotti e di legittimazione della loro circolazione nei confronti dei consumatori, conformi a quelle della direttiva comunitaria 2104/40/UE".

Dopo aver ottenuto il parere vincolante da parte della commissione Finanze alla Camera e di quella del Senato, il dlgs dovrà tornare a Palazzo Chigi in seconda lettura per poi tornare nuovamente alle commissioni per un ultimo velocissimo ok. Il parere della Finanze alla Camera prevede anche quattro osservazioni al testo del dlgs: con riferimento alla norma che per i tabacchi da inalazione senza combustione prevede che non si applicano le norme stabilite per i tabacchi lavorati in materia di tariffe di vendita, tabelle di ripartizione dei prezzi di vendita al pubblico, Iva, aggio ai rivenditori, "valuti il governo l'opportunità di rivedere, per la nuova tipologia di prodotto, tali previsioni".

Inoltre, con riferimento all'eliminazione dell'imposta di fabbricazione sui fiammiferi e il regime di tariffe di vendita degli stessi, "valuti il governo - si legge nel parere - l'opportunità di definire un regime transitorio per regolare la fattispecie relativa ai fiammiferi sui quali, al momento dell'entrata in vigore dello schema di decreto, sia già stata pagata l'imposta prima dell'immissione sul mercato, incentrato sulla fruizione in compensazione nell'anno 2015 di un credito di imposta pari all'importo degli acquisti fatturati al 31 dicembre 2014".

Fra le osservazioni, la Finanze Camera chiede anche, in merito alla possibilità del Mef dal prossimo anno di aumentare ulteriormente le aliquote dei tabacchi, di valutare "l'opportunità di inserire una disposizione che preveda la trasmissione alle commissioni parlamentari competenti per materia e a quelle competenti per i profili finanziari dei decreti ministeriali in materia, per consentire un monitoraggio parlamentare circa l'adeguatezza delle variazioni predisposte rispetto agli obiettivi preventivati". (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata