Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Donne, Letta: vogliamo dichiarare guerra alla violenza

donne 25 novembre 2013

ROMA - (Public Policy) - "Noi vogliamo dichiarare guerra alla violenza contro le donne, si tratta di uno sforzo a tutto campo sul quale abbiamo voluto operare, a partire dal dl sul Femminicidio, diventato legge l'11 ottobre, che dà strumenti perchè questa azione di contrasto e di prevenzione sia efficace e possa avere dei risultati". Lo dice il premier Enrico Letta durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

"Il Governo in questi sette mesi ha voluto, fin dall'inizio, quando Josefa Idem (ex ministro delle Pari opportunità; Ndr) istituì la task force sul femminicidio, affrontare la questione. È stata fin dall'inizio un'azione che abbiamo voluto svolgere coinvolgendo i ministeri e i soggetti che sul territorio svolgono attività. - dice ancora il presidente del Consiglio - Questo lavoro ha portato all'approvazione del dl sul femminicidio, migliorato dal lavoro del Parlamento".

"La violenza contro le donne - dice Letta - è frutto di retaggi culturali, gli interventi inseriti nella legge superano questi ostacoli collettivi, psicologici, di atteggiamenti che in Italia erano e sono ancora presenti. Non basta dire che la legge è uguale per tutti, donne uomini e bambini, perchè parliamo di un campo in cui proprio a causa di questi retaggi culturali c'è bisogno di misure particolari". "Certi atteggiamenti - conclude Letta - sono negativi e passano a volte per positivi. In questo senso so benissimo che tutto passa attraverso un cambio di mentalità degli uomini". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata