Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

I dubbi dei tecnici del Senato sui giochi in manovrina

giochi 07 giugno 2017

di Anna Madia

ROMA (Public Policy) - In materia di giochi, oggetto di alcuni interventi nella manovrina, "la relazione tecnica non fornisce informazioni circa le banche dati utilizzate per le stime presentate, cosicché non risulta possibile verificare i dati di gettito" e "le percentuali di riduzione della raccolta".

È quanto si legge nel dossier dei tecnici del Senato sul decreto correttivo dei conti pubblici, già approvato con fiducia alla Camera e ora all'esame della commissione Bilancio a Palazzo Madama.

Più in dettaglio, quanto alla riduzione della raccolta, "si evidenzia la necessità di acquisire informazioni circa il grado di prudenza della stima della riduzione del 3% della domanda di gioco relativa agli apparecchi Vlt", cioè alle videolottery, perché questa "risulta essere particolarmente sensibile alla riduzione del pay-out sul fenomeno del 'rigioco'". Inoltre, per la quantificazione sull’incremento del Preu, "non vengono fatte ipotesi di minor gettito a titolo di Ires e Irap per la diminuzione dei ricavi per i ricevitori e i concessionari, dovuti alla contrazione della domanda (pari al 3,7% per gli apparecchi Awp e del 3% per gli apparecchi Vlt).

continua -in abbonamento

@annina_mad

© Riproduzione riservata