Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

E-cig, Abrignani (Fi): tassazione al 58,5%? Attacco sconsiderato al settore

E-cig, Abrignani (Fi): tassazione al 58,5%? attacco sconsiderato al settore 12 dicembre 2013

ROMA - (Public Policy) - "Quello che è stato fatto è un attacco sconsiderato al settore, ho presentato in merito una proposta di legge per rivedere la materia e sottoscriverò l'emendamento alla legge di Stabilità (a firma del deputato del M5s Aris Prodani; Ndr) per dare sostegno al settore". Lo ha detto in conferenza stampa alla Camera il deputato di Forza Italia Ignazio Abrignani, vicepresidente della Commissione Attività produttive, in merito al settore delle sigarette elettroniche e della tassazione al 58,5% introdotta con il decreto Lavoro-Iva di giugno scorso.

Sul decreto attuativo predisposto dal ministero dell'Economia il 16 novembre 2013 - e anticipato da Public Policy - che attua le nuove norme sulla tassazione e la vendita delle sigarette elettroniche, Abrignani ha aggiunto: "Il decreto ministeriale, che doveva essere pronto per il 31 ottobre 2013, e invece è stato pubblicato solo ora, contiene delle prescrizioni lunghe e rende impossibile l'attività del settore a partire dal 1°gennaio", quando dovrà entrare a regime la nuova tassazione.

Per quanto riguarda l'emendamento al ddl Stabilità del M5s, questo prevede un'imposta di fabbricazione sui liquidi delle sigarette elettroniche pari a 20 centesimi per millilitro. Il settore e tutta la filiera delle e-cig vengono regolamentati e monitorati attraverso l'istituzione di un Registro degli operatori.Nell'emendamento - che sarà sottoscritto oltre che da Fi anche da Pd e Sel - si prevede anche la regolamentazione della fabbricazione dei liquidi e la formazione degli esercenti. (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata