Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Elezioni e dintorni: la proposta M5s per modificare urne, seggi e cabine

elezioni 20 dicembre 2016

di Sonia Ricci

ROMA (Public Policy) - Rivedere le modalità di voto per assicurare più sicurezza durante le elezioni comunali e politiche: revisione del meccanismo di scelta degli scrutatori, modifica delle cabine elettorale, delle urne e della grandezza delle sezioni elettorali.

Sono alcuni dei contenuti della proposta di legge del Movimento 5 stelle in materia elettorale, all'esame della commissione Affari costituzionali alla Camera. La proposta è a firma della deputata Dalila Nesci, che ne è anche la relatrice in commissione.

Vediamo nel dettaglio i contenuti:

SCRUTATORI E PRESIDENTI Innanzitutto, viene ridotto il numero dei componenti l'ufficio: cinque dei sei attualmente previsti. Il nuovo ufficio verrebbe ad essere formato dal presidente e da quattro scrutatori di cui due, a scelta del presidente, con funzioni rispettivamente di vice presidente e di segretario.

Le norme che riguardano presidente e scrutatori vengono modificate. Il primo, viene ribadito, potrà essere scelto tra i cittadini iscritti nell'apposito elenco o tr le categorie indicate dalla legge (magistrati, avvocati, notai, etc).

Viene poi eliminata la possibilità di surroga del presidente, in caso di impedimento che non consenta la nomina ordinaria, con il sindaco o suo delegato. Sarà invece la corte di appello a sostituire il presidente con l'estrazione a sorte dall'elenco ad hoc.

continua -in abbonamento

@ricci_sonia

© Riproduzione riservata