Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Prima delle elezioni ogni forza politica dovrà indicare il leader

legge elettorale elezioni 19 maggio 2016

ROMA (Public Policy) - Prima delle elezioni ogni forza politica dovrà indicare il proprio leader. Il suo nome e cognome, insieme al simbolo e al programma politico, sarà pubblicato dal ministero dell'Interno nella sezione "Elezioni trasparenti".

Lo prevede un emendamento riformulato di Area popolare (a firma Dore Misuraca) alla riforma dei partiti, approvato dalla commissione Affari costituzionali alla Camera. L'emendamento è stato approvato dopo un breve dibattito sull'interpretazione della modifica.

Il relatore Matteo Richetti (Pd), intervenendo in commissione, ha precisato che l'emendamento chiede la pubblicazione delle informazioni necessarie per la candidatura di un gruppo, già previste dall'Italicum.

"La nuova legge elettorale - ha detto Richetti - stabilisce per i partiti che vorranno candidarsi alle elezioni l'obbligo di depositare un contrassegno, un nome, un programma e il nome del leader. L'emendamento chiede di rendere pubblici questi obblighi, compreso il nome del capo della forza politica (inizialmente escluso dal testo originario all'esame della commissione; Ndr)".

Dubbi sulla formulazione della norma sono stati avanzati dal deputato di Si-Sel, Alfredo D'Attorre, e da alcuni esponenti della maggioranza come Enzo Lattuca (Pd). Al termine dela discussione il relatore ha riformulato l'emendamento.

Non è escluso, in ultimo, che la prima parte dell'articolo 4 venga riformulato interamente nel passaggio in aula. (Public Policy) SOR

© Riproduzione riservata