Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

ELEZIONI, ITALIANI ALL'ESTERO: LE REGOLE DEL VOTO /SCHEDA

Sbarco-di-emigranti-italiani-a-Ellis-Island-nel-1911 06 febbraio 2013

Sbarco-di-emigranti-italiani-a-Ellis-Island-nel-1911

(Public Policy) - Roma, 6 feb - Gli italiani all'estero
iniziano già a votare per le elezioni di Camera e Senato, il
loro voto, infatti, parte in anticipo rispetto al turno
elettorale che si svolgerà in Italia il prossimo 24 e 25
febbraio. Secondo quanto prevedono le attuali norme, entro
oggi i consolati devono aver spedito i plichi elettorali
agli elettori Aire, l'Anagrafe degli italiani residenti
all'estero, che dovranno essere rispediti, con l'indicazione
di voto, entro le ore 16 locali del 21 febbraio.

Ai fini elettorali, gli elettori, sono divisi in cinque
circoscrizioni per la Camera e il Senato: Europa, Nord e
Centro America, America meridionale, e la circoscrizione
Asia-Africa-Oceania-Antartide. Ridotto, rispetto al numero
presentato in Italia, il numero delle liste presentate. Sul
voto all'estero, è intervenuto anche il recente decreto
legge che ha ridotto il numero delle firme, introducendo
norme per una migliore definizione degli aventi diritto.

"A ciascun elettore
residente all'estero - viene spiegato sul sito del ministero
degli Esteri - che non abbia optato per il voto in Italia
entro il 3 gennaio, il Consolato competente invia per posta
al domicilio, entro il 6 febbraio, un plico contenente: un
foglio informativo che spiega come votare, il certificato
elettorale, la scheda elettorale (due per chi, avendo
compiuto 25 anni, può votare anche per il Senato), una busta
completamente bianca in cui inserire le schede votate, una
busta già affrancata recante l'indirizzo dell'Ufficio
consolare stesso, le liste dei candidati della propria
ripartizione".

"L'elettore, utilizzando la busta già affrancata e seguendo
attentamente le istruzioni contenute nel foglio informativo,
dovrà spedire senza ritardo le schede elettorali votate, in
modo che arrivino al proprio Consolato entro - e non oltre -
le ore 16 (ora locale) del 21 febbraio. Il voto è personale
e segreto. E' fatto divieto di votare più volte e inoltrare
schede per conto di altre persone. Chiunque violi le
disposizioni in materia elettorale, sarà punito a norma di
legge". (Public Policy)

EPA

© Riproduzione riservata