Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

ELEZIONI, MANTOVANO: DIETROFONT, NON MI RITROVEREI NELL'ACCORDO MONTI-PD

10 gennaio 2013

(Public Policy) - Roma, 10 gen - L'ex sottosegretario del
Governo Berlusconi, Alfredo Mantovano, che nelle ultime
settimane si era avvicinato alla Lista Monti, ha deciso, a
sorpresa, di non candidarsi più alle elezioni politiche.
In un'intervista a "La Gazzetta del Mezzogiorno", il
magistrato ha detto: "Immaginavo questo percorso
diversamente, attraverso il riconoscimento di una squadra
che veniva dal Pdl.

Non vorrei esordire nella prossima
legislatura dissociandomi da una eventuale scelta di
appoggio al Governo di centrosinistra. Per questo, invece di
trovarmi in imbarazzo preferisco fare la scelta adesso".

IL POSTO IN LISTA ERA SICURO
A chi dice che se ne va perché non ha il posto sicuro in
lista, Mantovano risponde: "Fino a questa mattina ho avuto
da Monti la conferma della collocazione in lista. Il
discorso era tranquillo sin dall'inizio".

"Sarei stato il numero due al Senato - ha aggiunto - se ci
fosse stato Casini capolista. È un problema che non c'era né
per me, né per Frattini e Mauro. Vedremo se Frattini
resterà. È proprio una questione di squadra".

TORNERÒ A FARE IL MAGISTRATO
"Il mio lavoro è quello di magistrato - ha affermato
Mantovano - rientrerò nella magistratura. Non rientrerò
nemmeno nel Pdl, non ho nessun rimpianto della scelta fatta
a suo tempo".

"Non tornerei indietro - ha concluso - anche perché nel
momento in cui l'ho fatta, Monti non aveva ancora annunciato
nulla. È una cosa indipendente dalla quale non ho alcun
ripensamento". (Public Policy)

DAP

© Riproduzione riservata