Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

ELEZIONI, SU BEPPEGRILLO.IT SI RACCOLGONO DENUNCE DI BROGLI E IRREGOLARITÀ

scheda elettorale 25 febbraio 2013

scheda elettorale

(Public Policy) - Roma, 25 feb - Dopo la denuncia delle
matite per votare cancellabili e quella delle irregolarità
nel seggio di Anzio, in provincia di Roma (dove una
presidente di seggio è stata trovata con due schede bianche
in tasca), continuano le denunce di presunti brogli
elettorali sul sito del Movimento cinque stelle,
Beppegrillo.it. Scorrendo i commenti dell'articolo-denuncia
"Brogli ad Anzio" si raccolgono aneddoti e irregolarità.

Un lettore di Messina racconta che le matite erano tutte
cancellabili ma la polizia non è intervenuta: "Mi ha
risposto che non poteva accogliere la denuncia perché è li
solo per ordine pubblico! Il presidente non aveva un
registro per mettere a verbale la mia denuncia e quindi ho
dovuto scrivere su un foglio che ho fatto controfirmare al
presidente ed ho fatto apporre il timbro...ma so già che non
servirà a nulla".

Ancora dal Lazio, da Formia in provincia di Latina, un
elettore scrive di aver votato con una normale matita da
disegno, quindi cancellabile: "È normale? Se penso che basta
una banale gomma da scuola per modificare il voto senza
lasciare traccia non sono tranquillo,soprattutto perché
scrutinatori e presidente sono vicini alla vecchia e
generosa classe politica". La polemica sulle matite
cancellabili è scoppiata ieri, con elettori grillini che
consigliavano sempre sulla rete, di inumidire la punta per
renderla indelebile.

C'è chi invece, a cosa potrebbero servire le schede bianche
trattenute: "Il meccanismo collaudato di avere schede bianche
fuori dal seggio, permette a quello che compra il voto, di dare la
scheda già segnata all'elettore, il quale al ritorno dal
voto gli rende quella bianca, in un loop continuo con altri
elettori". In questo modo si ha la certezza che il voto
avviene per quel determinato partito.
Poi ci sono quelli che hanno già votato all'estero e
avrebbero potuto farlo due volte: "Oggi ho votato per la
regione in Italia, due settimane fa ho votato per
corrispondenza per Camera e Senato. Dopo aver visto che ero
residente all'estero mi stavano dando tutte e tre le schede.
Sono andati in crisi. Ma non dovrebbero essere tutti al
corrente delle varie possibilità? Avrei potuto votare due
volte per Camera e Senato".

E c'è chi dà chiare indicazioni agli scrutinatori su come
evitare i brogli: "Sono un presidente di seggio (Celano AQ),
dite ai vostri di controllare allo spoglio le firme sulle
schede votate. Le suddette devono essere tutte degli
scrutatori all'interno del seggio dello spoglio. Se ci sono
più di quattro firme diverse c'è stato un broglio".

Si ricorda anche che è vietato portare borse e cellulari
all'interno del seggio: "Vorrei segnalare che anche
Francesca Pascale attuale fidanzata di Silvio Berlusconi è
entrata nella cabina elettorale con borsetta e poteva avere
il telefono. Non si dovrebbe avere il telefono per votare.
Non capisco perché alle persone comuni si chiede di non
entrare con borsette e cellulari e poi queste persone
vengono filmate mentre vanno a votare e possono portare la
borsetta all'interno della cabina potendo filmare o
fotografare scheda con voto".

Ma c'è anche chi calma gli animi, e spiega: "Nessun
broglio. Di solito i presidenti di seggio più scafati si
trattengono una scheda in bianco per ogni consultazione
elettorale perché nel caso che nello svolgimento dello
scrutinio succeda che il conto delle schede sia errato e non
coincida con il numero dei votanti possono intervenire
aggiungendo la scheda senza espressione di voto.
Fortunatamente i conti tornano sempre e le schede bianche
non vengono utilizzate".(Public Policy)

LAP

© Riproduzione riservata