Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Elezioni Ue, i candidati del Pd

pd 09 aprile 2014

ROMA (Public Policy) - Pochi nomi di politici conosciuti a livello nazionale. Numerosi sindaci e amministratori locali. Tanti esponenti delle professioni, della scuola e università, dell'associazionismo e del volontariato. È il profilo delle liste di candidati con cui il Pd concorrerà alle elezioni di fine maggio per il rinnovo del Parlamento europeo.


A ufficializzarle, nel corso della direzione del Partito democratico dedicata alle candidature per le elezioni europee, il presidente del Nazareno Matteo Ricci. Tra le personalità più note, nella circoscrizione Nord-Est figurano la senatrice Isabella De Monte e l'ex ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato. Nel Nord-Ovest spiccano i parlamentari europei uscenti Patrizia Toia e Pier Antonio Panzeri.


Nel Centro saranno candidati un'altra deputata dell'assemblea di Strasburgo come Silvia Costa, il direttore del Festival del Cinema di Roma Goffredo Bettini, l'ex primo cittadino di Firenze Leonardo Domenici, l'ex vice-sindaco della Capitale Enrico Gasbarra, la direttrice editoriale di "Left" Ilaria Bonaccorsi.


LA QUESTIONE SICILIANA

Animata discussione, invece, sulla composizione delle liste in Sicilia. Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e l'attivista per i diritti Lgbt Aurelio Mancuso hanno infatti contestato duramente il lavoro fatto a livello territoriale dal segretario regionale Fausto Raciti.


Quest'ultimo, a sua volta, si è detto disponibile a rinunciare alla propria candidatura per lasciare il posto al presidente della commissione Affari istituzionali all'Ars (Assemblea regionale siciliana), Antonello Cracolici, come peraltro deciso nei giorni scorsi dalla direzione regionale. Una candidatura, quella di Cracolici, che a Palermo era data per certa fino a ieri.


Altro oggetto del contendere è stata la presentazione come capolista di Caterina Chinnici, figlia del magistrato fondatore del pool antimafia di Palermo assassinato da Cosa Nostra nel 1983, ed ex assessore nella giunta guidata da Raffaele Lombardo, il predecessore di Crocetta. Candidatura per quest'ultimo motivo ritenuta inaccettabile dal leader del Megafono.


Altro punto controverso al centro delle critiche del governatore siciliano ha riguardato l'assenza dalla lista dell'ex presidente della commissione parlamentare di inchiesta sulle mafie Beppe Lumia. Crocetta ha chiesto che il suo nome andasse a sostituire quello di Nelli Scilabra, assessore alla Formazione proprio della giunta Crocetta.


Alla fine la lista, senza i ritocchi richiesti da Raciti e Crocetta, è stata votata all'unanimità, ma con un'apertura finale del portavoce e vicepresidente del Pd, Lorenzo Guerini: "Abbiamo composto un quadro che ha un suo senso, un suo significato. Chiedo per il momento di fermarci qui. Poi ridiscuteremo la cosa a livello regionale".


I CAPILISTA

Nella circoscrizione Nord-Ovest i primi tre candidati del Pd per il rinnovo del Parlamento europeo saranno Alessia Mosca, Mercedes Bresso, Sergio Cofferati. Nel Nord-Est Alessandra Moretti, Paolo De Castro, Cecile Kyenge. Nel Centro Simona Bonafè, David Sassoli, Roberto Gualtieri. Nel Sud Pina Picierno, Michele Emiliano, Gianni Pittella. Nelle isole, oltre a Chinnici , Renato Soru e Giusi Nicolini. (Public Policy)


EDP-GAV


© Riproduzione riservata