Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Che ne pensano Enel-Eni-Poste-Terna del Codice appalti 'corretto'

appalti 23 marzo 2017

ROMA (Public Policy) - Chiarire che gli obblighi di trasparenza e pubblicità non si applicano alle società quotate né alle società da esse partecipate. È quanto si legge in una memoria inviata dalla Federazione Anie, Enel, Eni, Poste e Terna al Parlamento in merito al dlgs correttivo del Codice appalti.

Nel documento si sottolinea che alle società quotate o a quelle da esse partecipate "si applicano le disposizioni vigenti previste dalla normativa speciale". L’esenzione delle società quotate da questi "ulteriori" obblighi di pubblicità e trasparenza "si giustifica tenendo conto che tali società sono soggette a stringenti obblighi di disclosure, di derivazione comunitaria, dettati nell’interesse e a salvaguardia degli investitori e del mercato".

"Alle società quotate non può dunque che applicarsi la disciplina speciale che detta regole assai rigide in tema di comunicazione, governo societario e adempimenti di obblighi informativi che nelle modalità di esternazione e nel perimetro dell’informazione mirano ad evitare effetti distorsivi sul mercato finanziario e sul rating della Società stessa", si legge ancora nel documento. (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata