Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

I 5 stelle hanno presentato un'interrogazione sul Gse

energia 20 febbraio 2015

ROMA (Public Policy) - Sapere se il governo stia lavorando o meno a un riordino del comparto energetico e al commissariamento del gruppo Gse. È questo il motivo principale che ha spinto il Movimento 5 stelle a depositare una interrogazione al Senato, a prima firma Gianni Girotto.

I senatori M5s, nell'interrogazione, fanno riferimento a notizie di stampa secondo cui il governo, oltre che sull'ipotesi di un commissariamento del gruppo Gestore dei servizi energetici (Gse), starebbe lavorando a un dpcm "con cui disporre tale commissariamento all'interno di un disegno di riordino del comparto energetico".

Nell'interrogazione si sottolinea poi come la scadenza dei vertici delle società del gruppo Gse sia prevista per il prossimo maggio, "quindi imminente". Inoltre i senatori M5s chiedono di sapere "se sussistano gravi e comprovati motivi (relativi, per esempio, a inefficienze o casi di mala gestio) che richiedano il commissariamento di una o più delle società del gruppo Gse o persino dell'intero gruppo o se il commissariamento si riferisca all'intero gruppo Gse o soltanto ad una o alcune delle società del gruppo stesso".

Infine, ammessa la fondatezza della notizia per cui il governo starebbe lavorando a un riordino del settore, si chiede "se sussistano ragioni idonee a giustificare la totale sottrazione della definizione del riordino del comparto energetico alla partecipazione del Parlamento e alla consultazione degli organi e soggetti coinvolti nella governance del settore energetico". (Public Policy) NAF

© Riproduzione riservata