Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Dl Enti locali, pasticcio slot machine

slot 20 febbraio 2014

ROMA (Public Policy) -

11.48 - La commissione Bilancio del Senato, all'unanimità, ha deciso di ritirare l'emendamento di Ncd approvato in mattinata e  anticipato da Public Policy che estendeva la sanatoria prevista per i concessionari di slot "ai giudizi per i quali pende giudizio di revocazione innanzi alle competenti sezioni giurisdizionali d'appello", allungando i tempi.

In un primo momento l'emendamento era stato approvato ma, dopo essere sorto il dubbio che la norma potesse appunto rappresentare una ulteriore sanatoria per i concessionari di slot machine, e non avendo tempo per verificare la reale portata della norma, la commissione ha deciso di ritirarla. Da quanto si apprende nelle intenzioni dei proponenti, il Nuovo centrodestra, la norma doveva andare a sanare altre posizioni, non quelle dei concessionari di slot.

9.54 - La sanatoria delle slot machine che hanno pendenze con l'erario, disposta dal primo decreto Imu di agosto 2013, diventa più ampia e più "lunga".

Un emendamento di Ncd al dl Enti locali (Salva Roma bis), approvato dalla commissione Bilancio del Senato, estende la sanatoria anche "ai giudizi per i quali pende giudizio di revocazione innanzi alle competenti sezioni giurisdizionali d'appello" e stabilisce che in questo caso fino a marzo di quest'anno (oggi il termine è ottobre 2013) per chiedere di aderire alla sanatoria e fino ad aprile per versare la somma "sanata" pari al 25% del debito. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata