Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

ESTERI, GOVERNO: A BREVE BONINO APRIRÀ CONFRONTO CON RUSSIA SU DIRITTI LGBT

diritti gay 16 luglio 2013

ESTERI, GOVERNO: A BREVE BONINO APRIRÀ CONFRONTO CON RUSSIA SU DIRITTI LGBT

LO DICE IN AULA ALLA CAMERA IL VICEMINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI LAPO PISTELLI

(Public Policy) - Roma, 16 lug - "La normativa rappresenta
un vulnus e probabilmente aprirà la strada in Russia a
un'ulteriore riduzione dei diritti civili dei Lgbt (Lesbian,
gay, bisexual, and transgender; Ndr)". Per i rapporti
bilaterali italo-russi il ministro Emma Bonino ha assicurato
che a breve ci sarà un confronto sul tema. Non assicuriamo
un esito positivo, ma continueremo la sensibilizzazione
delle autorità russe sui diritti civili".

Lo dice in Aula alla Camera il viceministro degli Affari
esteri Lapo Pistelli, rispondendo a due interrogazioni
presentate dal Pd e Sel (Ivan Scalfarotto e Alessandro Zan).
Tema delle interrogazioni: la legge approvata in Russia l'11
giugno scorso che vieta la propaganda omosessuale tra i
minori. La norma - scrivono gli interroganti - "mette al
bando la promozione di 'comportamenti sessuali non
tradizionali', come è stato definito dalle autorità, tra i
minori".

"Nell'ambito europeo - aggiunge il viceministro -
continuiamo a sensibilizzare la Russia sul tema, però non si
deve cadere nell'errore di contrapporre i valori europei e
quelli russi. I diritti umani sono universali e vanno
condivisi, non vogliamo contrapporci a nessuno". E
ribadisce: "La questione deve essere affrontata nelle
istituzioni internazionali. Alla Russia è stato ricordato
più volte il rispetto della convenzione dei diritti
dell'uomo".

Per la tutela dei cittadini italiani Lgtb che si recano in
Russia conclude: "Chi va in un Paese straniero sa che si
deve rispettare la normativa che esiste in quel territorio.
Ma assicuriamo che le istituzioni italiane presenti in
Russia garantiranno qualsiasi tipo di assistenza". (Public
Policy)

SOR

© Riproduzione riservata