Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Fecondazione eterologa, cosa hanno deciso le Regioni

fecondazione 04 settembre 2014

ROMA (Public Policy) - "Le Regioni hanno deciso all'unanimità di andare avanti con le linee guida affinché l'eterologa diventi una realtà e si colmi un vuoto legislativo". A dirlo è stato il presidente Regione Veneto, Luca Zaia, uscendo dalla Conferenza unificata delle Regioni, che aveva all'ordine del giorno le linee guida sull'eterologa e il riordino delle funzioni delle Province. Zaia ha aggiunto che l'eterologa "sarà trattata come una cura normale e penso che si arrivi a un ticket uguale a livello nazionale".

"Di fronte a una legge nazionale che non arriva e a coppie che vanno in Belgio a farla penso che sia doveroso che le Regioni si organizzino", ha proseguito Zaia spiegando che i prossimi passi dovranno essere l'approvazione da parte della Conferenza Stato-Regioni e poi la delibera di giunta da parte di ogni singola Regione: "Penso che nell'ottica di essere dalla parte del cittadino questo si possa fare nel giro di qualche settimana". (Public Policy)

NAF

© Riproduzione riservata