Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Europa, Gozi: se leggi Ue rallentate in Senato, nuove iniziative dopo l'estate

ue 13 giugno 2014

ROMA (Public Policy)- L'emendamento approvato alla Camera alla legge europea contro le infrazioni "è totalmente sbagliato e non ha nulla a che fare con la condanna della Corte di Giustizia sulla responsabilità civili dei giudici". Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Sandro Gozi, durante la presentazione di una ricerca sul rapporto tra italiani e istituzioni europee.

"Andremo avanti spediti con le leggi di delegazione europea ed è evidente che la legge europea anti-infrazioni andrà rivista al Senato perché c'è un emendamento che nulla ha a che fare con la legge europea e noi non condividiamo. Questo rischia di rallentare il processo" di approvazione del pacchetto di leggi europee, ha aggiunto Gozi.

"Se la legge europea viene molto rallentata al Senato - ha aggiunto - dopo l'estate dovremo pensare ad altre iniziative per fanfaronate almeno alle infrazioni più gravi e più avanzate nel processo". Il voto dell'emendamento di ieri, "è il risultato della inconsapevolezza del Parlamento italiano di cosa significhi legge europea. Questa non è una legge con cui i parlamentari possono risolvere tutte le questioni, ma è fatta per rispondere alle infrazioni. Strumentalizzarla per introdurre norme che nulla hanno a che fare con le infrazioni, non solo è sbagliato e rallenta i tempi, ma ci espone a un gravissimo rischio di sanzioni pecuniarie", ha concluso il sottosegretario. (Public Policy)

FRA

© Riproduzione riservata