Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Europa, Letta: infrazioni, per guidare il semestre l'Italia deve stare in ordine

ue 08 novembre 2013

Europa, Letta: infrazioni, per guidare il semestre l'Italia deve stare in ordine

(Public Policy) - Roma, 8 nov - Per poter guidare il semestre europeo l'Italia deve mettersi in ordine sanando le troppe infrazioni al diritto europeo. È la premessa del presidente del Consiglio Enrico Letta presentando i provvedimenti a firma del ministro per gli Affari europei Enzo Moavero, varati dal Cdm, la legge europea bis 2013 e la legge delega europea 2013 secondo semestre.

"Il Governo - ha spiegato il ministro - a luglio aveva presentato al Parlamento la legge europea e la legge delega europea, approvate in tutta fretta a causa della necessità di sanare le numerose infrazioni italiane. Oggi con questi altri due provvedimenti proseguiamo l'azione di adeguamento".

"Mi preme sottolineare - ha osservato - che le misure contenute in questi provvedimenti non provengono da entità terze ma sono stati approvati dai nostri parlamentari europei". Tra le novità, il ministro Moavero indica un nuovo regime fiscale per i cosiddetti "residenti Schumacher" ovvero contribenti residenti in altri Stati europei ma che producono maggior reddito in Italia: "Queste persone saranno sottoposte alle disposizioni fiscali italiane, anche sul fronte della agevolazioni".

Interpellato su un possibile incremento delle entrate fiscali in virtù di questa misura, Moavero precisa: "Purtroppo potremo saperlo solo ex post. Ma non è escluso che ci possa essere un aumento del gettito". Entro la prossima settimana, i due disegni di legge saranno presentati a una delle due Camere. Tutto lascia supporre che l'iter sarà piuttosto veloce, visto che a luglio 2014 inizierà il semestre europeo a guida Letta. (Public Policy)

SAF

© Riproduzione riservata