Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Europee, Grillo: dopo voto primo processo in rete sarà per i giornalisti

beppe_grillo_m5stelle 21 maggio 2014

ROMA (Public Policy) - "Ci saranno le liste - spiega - le prove e i testimoni di accusa come in processo. Per ogni persona ci sarà un cittadino che articolerà i capi di accusa. Alla fine gli iscritti certificati al M5s potranno votare per la colpevolezza o l'innocenza. Un tribunale popolare non può sostituirsi alla giustizia nell'erogazione delle pene, ma può informare i cittadini sui furti e le malversazioni di un Sistema che ha portato allo sfascio l'Italia. Ed è quello che sarà fatto". "Il processo durerà il tempo necessario, almeno un anno - prosegue - le liste saranno rese pubbliche quanto prima e l'ordine in cui saranno processati gli inquilini del castello sarà deciso in Rete".

In conclusione torna sul suo intervento di lunedì sera a Porta a Porta: "L'altro ieri da Vespa non sono potuto entrare con il plastico. Il plastico rappresentava un castello, ispirato liberamente al bel castello di Lerici che domina il golfo dei poeti in Liguria. Il castello è un simbolo, ha le sue celle, le sue segrete. Un simbolo di quello che succederà se il M5s andrà al governo. Così come non si può costruire sulle macerie, non si può edificare una nuova Italia senza sgombrare il terreno da coloro che l'hanno depredata trasformando la quinta (sesta?) potenza industriale in un deserto". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata