Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

EUROZONA, CRIMI (M5S): MARIO MONTI DICA AGLI ITALIANI "L'AUSTERITÀ HA FALLITO"

25 marzo 2013

Visita cantiere Torino-Lione

IL CAPOGRUPPO 5 STELLE AL SENATO DURANTE
IL SUO INTERVENTO IN AULA


(Public Policy) - Roma, 25 mar - "Chiediamo a Mario Monti un
atto di umiltà, dica agli italiani: 'l'austerità ha
fallito'".

Così il capogruppo al Senato del Movimento 5 stelle Vito
Crimi, nel suo intervento a palazzo Madama, dopo
l'informativa del presidente del Consiglio Mario Monti sugli
esiti del Consiglio Europeo del 14 e 15 marzo 2013.
"Rileviamo un misto di mezze verità - aggiunge - che
cercano di mascherare i disastri delle politiche di
austerità, gli orrori delle politiche decise a Bruxelles.

La grande depressione degli anni '30 ci ha insegnato che le
politiche di austerity non aiutano a superare la crisi, anzi
fanno esplode la disoccupazione e incentivano il fallimento
delle piccole e medie imprese".

"Se la crisi ha le sue origini del settore finanziario -
continua - il suo perdurarsi è responsabilità di queste
politiche inconcludenti. Si continuano ad inasprire la
manovre fiscali, ma il Paese non riesce più a sopportarle.
Dovete riconoscerlo, non siamo i soli a sostenerlo. Crescita
e austerità sono un ossimoro".

"Monti - prosegue - in una lettera al presidente del
Consiglio europeo (Martin Schulz; Ndr) ha scritto che le
riforme fiscali sono la priorità, ma anche da questo vertice
europeo non si è deciso niente. Solo propositi inefficenti".
"Il governo italiano continua a presentare all'Italia
conquiste che non esistono", conclude Crimi. "Quella
dell'austerità è un'ideologia fallimentare che ha solo
cercato di salvare la finanza mondiale. Dobbiamo mettere in
moto le riforme per l'occupazione, che avvantaggino le Pmi.
Progetti per l'economia reale". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata