Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Expo 2015, Martina: dedicheremo Consiglio ministri Ue a sfida agroalimentare

frutta 27 marzo 2014

ROMA (Public Policy) - "Vogliamo mettere in relazione il semestre di presidenza italiana dell'Unione europea con l'Expo 2015 e proprio per questo dedicheremo il Consiglio informale dei ministri previsto per fine settembre alla grande sfida 'Nutrire il pianeta, energie per la vita'". Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, in audizione in commissione Agricoltura al Senato, sulle linee programmatiche del suo dicastero.

Durante il semestre di presidenza, come spiegato dal ministro, saranno affrontati diversi dossier: dalla riforma del sistema biologico "per cui servirà introdurre controlli più stringenti e armonizzati tra gli Stati membri per evitare che siano commercializzati con logo Ue prodotti di Paesi terzi"; alla riforma del sistema ogm "orientata alla modifica della normativa Ue che conceda più autonomia agli Stati sulle coltivazioni"; alla riforma del sistema fitosanitario e all'ortofrutta. "Una delle principali azioni nell'export agroalimentare - ha continuato il ministro -  sarà la tutela nei mercati internazionali dei prodotti italiani di qualità che costituiscono il 70%delle esportazioni: proprio per questo è in fase di progettazione un marchio agroalimentare nazionale per rendere all'Italia maggiore competitività e allo stesso tempo contribuire al contrasto della contraffazione internazionale che danneggia gli operatori e svantaggia i consumatori mondiali spesso ingannati dalle etichette".

Martina ha poi ricordato che "per mantenere alto il livello qualitativo serve il potenziamento dei controlli e del contrasto alle frodi sul made in Italy: il legislatore deve affrontare il problema della concentrazione delle competenze, imponendo regole chiare sull'eliminazione della duplicazione controlli che rende il sistema costoso per Stato ed imprese". Inoltre "sarà necessario - ha aggiunto infine il ministro - un assetto normativo sanzionatorio più semplice ed efficace perchè oggi è ancora troppo confuso e complesso". (Public Policy)

FLA

© Riproduzione riservata