Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

F35, Sel a Renzi: cosa c'è scritto nei contratti siglati dall'Italia?

F35 23 aprile 2014

ROMA (Public Policy) - "Negli ultimi mesi, sugli F35 - dal governo e dal Pd - si sono rincorse le voci più disparate: non si toccano, anzi no, ne tagliamo la metà, riduciamo il programma, anzi no, lo rimoduliamo o, per dirla con l'ultimo tweet di Renzi, lo 'revisioniamo'. Nel frattempo si rincorrono le voci e i 'piani segreti', lanciati sui media. Ma di segreto davvero ci sono solo i contratti di acquisto di questi aerei. Perchè allora il premier non fa una cosa molto più semplice e ci fa vedere che cosa c'è scritto nei contratti siglati dall'Italia per gli F35?". Lo afferma in una nota Giulio Marcon, deputato Sel e portavoce della campagna "Sbilanciamoci!".

"Mentre - prosegue - in Parlamento continua il gioco del rinvio: con la commissione Difesa che doveva discuterne il 4 aprile, poi il 17 e ora forse l'8 maggio. E con la ministra Pinotti che dovrebbe rispondere ad una 'informativa urgente' sugli F35 presentata dai deputati di Sel: si è dimostrata disponibile a venire in aula, ma ovviamente ha rinviato a data da destinarsi la sua presenza alla Camera. Sarebbe invece proprio l'ora di scelte chiare e nette".

"Speriamo che dietro questo nuovo 'piano segreto' non ci sia il solito tranello: rinviare, stagliuzzare qui e là, rimodulare e 'revisionare', e nel frattempo andare avanti con il programma. Se - conclude l'esponente di Sel - come disse Renzi in campagna elettorale l'anno scorso gli F35 sono un programma 'insensato' è ora di dimostrarlo ora con i fatti e non con i tatticismi degni della vecchia politica". (Public Policy)

RED

© Riproduzione riservata