Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

FEMMINICIDIO, FERRANTI (PD): IRREVOCABILITÀ QUERELA È NORMA GIUSTA

donne pensioni 12 settembre 2013

FEMMINICIDIO, FERRANTI (PD): IRREVOCABILITÀ QUERELA È NORMA GIUSTA

(Public Policy) - Roma, 12 set - Da magistrato, cosa ne
pensa dell'irrevocabilità della querela prevista nei casi di
stalking dal decreto Femminicidio? Risponde Donatella
Ferranti, magistrato, Pd
, e presidente della commissione
Giustizia della Camera
: "Come ho detto in sede di relazione
(Ferranti è anche relatrice del provvedimento; Ndr) non
dovrebbe essere modificata, già oggi nel reato di stalking,
quando è connesso con un altro reato, è procedibile
addirittura d'ufficio. Quindi dopo questa sperimentazione si
può pensare che proposta la querela, la vittima non dovrebbe
essere sottoposta a pressioni, dirette e indirette, da parte
dello stalker".

Aggiunge Ferranti: "Questa è una mia posizione personale,
da relatore devo cercare di verificare anche quelle degli
altri. So che ci sono delle opinioni contrarie, bisognerà
fare una scelta politica".

Nessuna presa di posizione del Pdl per ora è arrivata,
chiarisce Ferranti, "comunque, su questo punto anche la
Corte europea dei diritti dell'uomo si è espressa dicendo
che è opportuno e auspicabile che nella violenza di genere
sia sottratto alla vittima il potere di revocare la denuncia
che riesce a fare".

Altra norma controversa è l'arresto in flagranza
obbligatorio, introdotto per lo stalking e il reato di
maltrattamenti. L'arresto deve essere confermato dal Gip. Di
questa norma cosa ne pensa? "Nelle audizioni c'è stato
segnalato da esperti di diritto penale e dalla Unione delle
camere penali che si tratta di reati di condotta abituale e
quindi è difficile realizzare la flagranza, ma capisco che
si sia voluto dare poteri più incisivi agli organi di
polizia quando intervengono". (Public Policy)

LAP

© Riproduzione riservata