Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Ferrovie, Italia deferita a Corte giustizia Ue per i diritti dei passeggeri

treno 28 marzo 2014

ROMA (Public Policy) - La Commissione europea ha deferito l'Italia alla Corte di giustizia Ue "per non aver rispettato pienamente le norme comunitarie in materia di diritti dei passeggeri ferroviari". Lo rende noto la stessa Commissione. Al regolamento europeo sui diritti dei passeggeri ferroviari, che stabilisce diversi obblighi giuridicamente vincolanti per gli Stati membri, doveva essere data piena applicazione entro il 3 dicembre 2009. Il nostro Paese, invece, "non ha ancora istituito un organo per l'applicazione del regolamento, né ha istituito norme per sanzionare le violazioni della legislazione nell'ambito dei diritti dei passeggeri ferroviari. Senza queste due azioni necessarie - si legge nella nota Ue - i passeggeri che viaggiano in treno in Italia o dall'Italia verso altri Paesi dell'Unione, non potranno rivendicare i diritti loro spettanti". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata