Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Fisco, Capolupo (Gdf): vogliamo accesso a tutte le banche dati

Regioni, Istat: nel 2012 Pil pro capite di 31.094 euro al nord, 17.416 al sud 27 novembre 2013

ROMA - (Public Policy) - "È necessario che la Guardia di finanza abbia accesso a tutte le banche dati e agli applicativi in uso all'amministrazione finanziaria, allo scopo di poter svolgere con sempre maggiore efficienza le proprie funzioni di polizia economico-finanziaria". Lo ha detto Saverio Capolupo, comandante generale della Guardia di finanza, durante un'audizione di fronte alla commissione bicamerale di vigilanza sull'Anagrafe tributaria.

"Ritengo utile - aggiungo - rimarcare che il Corpo, unica forza di polizia tra i 'soggetti della fiscalità', non ha compiti di gestione né di amministrazione dei contribuenti o di dati che li riguardano: la tutela degli interessi finanziari assicurata dalla Guardia di finanza, infatti, non si sovrappone alle funzioni svolte degli attori istituzionali, ma si colloca su un piano diverso e autonomo". Inoltre, "potrebbe essere approfondita l'opportunità di prevedere una specifica disposizione normativa che consenta al Corpo di accedere alle banche dati in uso ad altre amministrazioni dello Stato contenenti utili informazioni per lo svolgimento delle funzioni di polizia economico-finanziaria". (Public Policy)

SOR

© Riproduzione riservata