Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Fisco ed economia digitale: i contenuti del ddl Mucchetti

fisco 03 ottobre 2016

ROMA (Public Policy) - Obbligare gli intermediari finanziari italiani a raccogliere, nei rapporti con operatori digitali non residenti in Italia, l'esistenza del numero di partita Iva.

Altrimenti se si superano, in 6 mesi, il 'tetto' di 200 pagamenti, l'intermediario dovrà informare "senza indugio" l'Agenzia delle entrate e comunicare all'operatore estero l'invio della segnalazione, l'invito a farsi attribuire un numero di partita Iva (dall'autorità Ue o italiana competente) e la sospensione di ogni ulteriore attività di pagamento finchè non è attribuito il numero di partita Iva.

È questa una delle misure principali prevista in un disegno di legge al Senato, a prima firma del presidente della commissione Industria, Massimo Muchetti (Pd) che riguarda misure in materia fiscale per la concorrenza nell'economia digitale.

continua - in abbonamento

IAC

© Riproduzione riservata