Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Fisco, tavolo informale a Palazzo Chigi per soluzioni su detrazioni

euro 21 gennaio 2014

ROMA (Public Policy) - Si dovrebbe tenere oggi, da quanto si apprende, un incontro informale a Palazzo Chigi per studiare le possibili soluzioni volte ad evitare il taglio lineare delle detrazioni Irpef, che scatterà il 31 gennaio secondo quanto stabilito dalla legge di Stabilità. Lo rivelano fonti del Mef. Allo stato attuale, e senza interventi ad hoc a cui sta lavorando l'esecutivo, dal 31 gennaio le detrazioni sulle spese del 2013 diminuiranno automaticamente dal 19 al 18%, per poi ridursi ulteriormente il prossimo anno fino al 17%.

Un taglio orizzontale che farà risparmiare alle casse dello stato 488 milioni di euro nel 2014, 773 milioni nel 2015 e mezzo miliardo dal 2016. L'incontro a Palazzo Chigi, si apprende, serve per illustrare alla presidenza del Consiglio le possibili soluzioni per evitare la tagliola sugli sconti fiscali.

Le opzioni allo studio sono essenzialmente due: o tagliare le detrazioni per i redditi più alti (sopra i 60mila euro annui) e lasciarle invariate al 19% per quelli sotto i 30mila euro, o concentrare le detrazioni solo su alcune spese, come ad esempio quelle sanitarie. Il problema però è reperire le risorse necessarie, e su questo i tecnici del governo sono a lavoro. Certo l'intervento dovrà arrivare entro la fine del mese, in tempo per stampare i modelli aggiornati delle dichiarazioni fiscali e in modo da bloccare il taglio automatico del 31 gennaio. (Public Policy)

VIC

© Riproduzione riservata