Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

La piazza dei forconi, dalle casalinghe agli ultras

Forcono, Bubbico: in piazza gruppi eterogenei, dalle casalinghe agli ultras 13 dicembre 2013

ROMA - (Public Policy) - "Ai cortei organizzati dai forconi nei centri urbani hanno partecipato gruppi eterogenei: agricoltori, imprenditori, casalinghe, studenti, giovani disoccupati. La presenza di gruppi oltranzisti ha poi indirizzato il malcontento verso sedi istituzionali, stazioni e mercati. In varie località sono stati segnalati episodi di intimidazioni e minacce nei confronti di chi non partecipava alla manifestazione. In alcune città si sono uniti movimenti di estrema destra, gruppi di antagonisti, ultras e gruppi studenteschi".

Lo dice il viceministro dell'Interno Filippo Bubbico in aula alla Camera, rispondendo a un'interpellanza del Pd (prima firmataria Anna Giacobbe). "La contestazione, tuttora diffusa a macchia di leopardo, si concretizza nell'attuazione di presidi informativi nelle piazze e nei principali vincoli stradali", dice ancora il viceministro, aggiungendo: "Non sono stati attuati però blocchi nella rete autostradale, mentre disagi più rilevanti si sono avuti in alcune strade statali e provinciali, soprattutto in Puglia". In media sono stati utilizzati "4500 agenti di rinforzo per ogni giornata", spiega Bubbico. "Complessivamente l'attività di contrasto ha portato all'arresto di 5 persone, mentre circa 60 sono state denunciate a piede libero per vari reati; molte altre sono state identificate".

Il governo deve infine, secondo Bubbico, "considerare le ragioni del malcontento, per questo è già stato convocato un tavolo di confronto con le categorie interessate. La linea è quella del rispetto della legge che non ammette violazioni al rispetto delle regole democratiche". (Public Policy)

GAV

© Riproduzione riservata