Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Gas, è in vigore il decreto sui fornitori di ultima istanza

Gas energia 24 agosto 2016

ROMA (Public Policy) - Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto del ministero dello Sviluppo economico di individuazione dei fornitori di ultima istanza del gas per gli anni termici 2016-2017 e 2017-2018. Il decreto stabilisce indirizzi nei confronti dell'Autorità per l'energia per individuare i criteri e le modalità per la fornitura di gas naturale nell'ambito del servizio di ultima istanza al massimo per il periodo relativo agli anni termici 2016-2017 e 2017-2018 a condizioni che incentivino la ricerca di un nuovo fornitore.

Il servizio di ultima istanza consiste nella fornitura di gas naturale ad alcune tipologie di clienti finali che si trovano, anche temporaneamente, senza fornitore: per motivi indipendenti dalla loro volontà; detti clienti finali sono i clienti civili e non civili con consumo non superiore a 50mila metri cubi all'anno di gas naturale; per qualsiasi causa; questi clienti finali sono i titolari di utenze relative ad attività di servizio pubblico, tra cui ospedali, case di cura e di riposo, carceri, scuole, e altre strutture pubbliche e private che svolgono un'attività riconosciuta di assistenza, anche con consumi superiori a 50mila metri cubi all'anno di gas naturale.

Sulla base degli ambiti territoriali minimi, l'Autorità individua le aree geografiche dove svolgere il servizio di ultima istanza. Queste aree geografiche possono essere aggregate in macroaree qualora ciò risulti necessario per garantire la sicurezza e/o l'economicità della fornitura di gas naturale nel servizio di ultima istanza. Il decreto stabilisce inoltre che l'Aeegsi con propria delibera: disciplina le modalità tecniche ed operative per la fornitura del servizio di ultima istanza del gas naturale per gli anni termici 2016-2017 e 2017-2018; definisce le garanzie finanziarie che i soggetti fornitori del servizio di ultima istanza devono prestare; emana indirizzi ad Acquirente unico per la selezione, tramite procedura concorsuale a evidenza pubblica, dei soggetti fornitori del servizio di ultima istanza nel settore del gas naturale per gli anni termici 2016-2017 e 2017-2018; la procedura si dovrà basare su offerte relative alla variazione di prezzo della parte variabile della componente relativa alla commercializzazione della vendita al dettaglio del gas naturale.

E ancora: stabilisce opportuni meccanismi al fine di incentivare l'uscita dei clienti finali dal servizio di ultima istanza, in particolare prevedendo condizioni più incentivanti, in termini di prezzo della fornitura, per i clienti che non rientrano nell'ambito del servizio di tutela, ferma restando la necessità di tutela del cliente finale con riferimento ai primi mesi di erogazione della fornitura; disciplina le modalità di subentro del soggetto fornitore del servizio di ultima istanza del gas naturale nelle capacità di trasporto e distribuzione di gas naturale dei fornitori da sostituire. (Public Policy) FRA

© Riproduzione riservata