Public Policy
Facebook Twitter Feed RSS

Gnl, cosa prevede il dlgs sulla mobilità green

energia gnl gas 14 settembre 2016

di Francesco Ciaraffo

ROMA (Public Policy) - Le spese per l'attività della Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e per le infrastrutture energetiche del ministero dello Sviluppo economico relative alla realizzazione e alla verifica di impianti e di infrastrutture energetiche di valore inferiore a 5 milioni di euro, sono poste a carico dei soggetti richiedenti, secondo tariffe determinate sulla base del costo effettivo del servizio reso.

Lo prevede l'ultima versione del dlgs Infrastrutture combustibili alternativi, attuativo della legge di delegazione europea 2014, di cui Public Policy ha preso visione.

L'articolo, che si riferisce alle infrastrutture di stoccaggio e il trasporto di gnl (gas naturale liquefatto, Ndr), specifica che sono a carico dei richiedenti anche le spese per le relative istruttorie tecniche e amministrative e per le conseguenti necessità logistiche e operative, anche finalizzate alle attività di dismissione.

Sara un dm del Mise a determinare le tariffe che spettano al ministero stesso. Le somme affluiscono all'entrata del bilancio dello Stato per essere riassegnate, con decreto del Mef, ad appositi capitoli dello stato di previsione del Mise ai fini della copertura delle spese sostenute proprio per le attività svolte in materia di infrastrutture energetiche.

continua - in abbonamento

@fraciaraffo

© Riproduzione riservata